Cemento Podcast

ABOUT

Cemento è un podcast di Angelo Zinna e Eleonora Sacco. Parliamo di Est nuovo e vecchio, di viaggi e delle curiosità sovietiche che ci spingono a tornare in luoghi che a malapena sappiamo pronunciare.

Puoi ascoltarci ogni due settimane su Anchor, Spotify, Apple Podcasts e Google Podcasts.

Non vuoi perdere neanche una puntata? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere una mail con note, appunti e link di approfondimento all’uscita di ogni nuovo episodio.


CHI SIAMO

ELEONORA SACCO

Sono Eleonora Sacco, ho 26 anni, non è ben chiaro dove vivo e non sono brava a scrivere biografie. Ma perlomeno non le scrivo in terza persona, come Angelo Zinna.

Sono laureata in Linguistica teorica, applicata e delle lingue moderne, cioè una scusa per nerdare legittimamente in etimologie, lingue impronunciabili e altre cose inutili, oltre che per rassegnarsi all’idea che non saprò mai il russo abbastanza bene. Dopo un Erasmus a Lisbona, ho capito che i surfisti e il caldo non erano la mia cup of tea, così ho deciso di liberare la babushka russa che viveva dentro di me. Sono andata a studiare per un inverno e una primavera a Mosca, in un dormitorio sovietico con un guardiano kirghiso dai denti d’oro e una babushka tatara che mi ha insegnato a fare i pelmeni. Mentre inventavo scuse improbabili per saltare le lezioni, giravo la Russia e l’Asia Centrale a bordo treno.

Scrivo di viaggi e divulgo l’Est dal 2015 sul mio sito, Pain de Route, e sto per pubblicare il mio primo libro (Enrico Damiani Editore). Da inizio anno, sono vicepresidente dell’Associazione Culturale Viaggio da sola perché e ho partecipato a diversi festival, giornate e incontri sui viaggi. Lavoro come copywriter, tour leader, porto i miei lettori in posti assurdi e collaboro a libri di testo per le scuole medie (Rizzoli). Mia nonna non ha ancora capito in sostanza cosa faccio, ma per la verità non l’ho capito nemmeno io.

Mi piacciono gli infusi contro tutti i mali dei mercati dell’Est – quelli che sanno solo di erba e non sai mai cosa stai bevendo, ma speri solo non ti succeda niente. Nei viaggi deve esserci la combo tenda+autostop, CouchSurfing e la montagna. Ma in generale adoro andare in bici, cantare, e stremare fisicamente chi viene in viaggio con me.

Mi trovate su Instagram, o scrivendo a eleonora chiocciola painderoute punto it.


ANGELO ZINNA

Angelo Zinna ha 30 anni e vive ad Amsterdam senza esserne molto convinto. Quando non scrive biografie in terza persona scrive di viaggi, di fotografia e di libri. È autore del libro Un Altro Bicchiere di Arak (Villaggio Maori Edizioni, 2016), che non è male. Ha collaborato con il Festival della Letteratura di Viaggio di Roma, Matador Network, Caravanistan, GUP Magazine, Are We Europe, TEDx, Rai Radio 2. Nel 2020 è arrivato secondo nella categoria Viaggi Storici ai NATJA Awards, il premio annuale dell’Associazione Nordamericana dei Giornalisti di Viaggio con un articolo sulla stamperia segreta di Stalin a Tbilisi. Il premio era un’email di congratulazioni.

Prima di vivere in Olanda ha vissuto in Australia, in Nuova Zelanda e in Inghilterra, dove ha svolto professioni non sempre dignitose perché voleva fare dei viaggi. A un certo punto ha trascorso due anni in Asia nel tentativo di raggiungere l’Italia dal Timor Est senza volare. Ha fallito. Nel 2014, però, è capitato in Kirghizistan scoprendone l’esistenza e da allora torna regolarmente a Est nella speranza di raggiungere altri luoghi che non lo sono.

Purtroppo o per fortuna Angelo non ha la solidità morale per fondare un partito. In compenso ha la certezza che per essere i migliori a fare qualcosa si debba essere i migliori a fare la cosa oppure i primi a fare la cosa. Seguendo questa filosofia ha pensato che un podcast dove si parla di architettura socialista del dopoguerra e dittature turkmene post-sovietiche potesse essere un’idea vincente.

Angelo ha una laurea in lettere e ne sta prendendo una seconda, già che c’era. Visto che scrivere di viaggi e fare podcast con la erre moscia non sempre paga l’affitto, spesso e malvolentieri si occupa anche di comunicazione per aziende. Ricordargli che è un servo del capitale non è necessario, ma chi volesse contattarlo per altri motivi può farlo via Instagram o scrivendo a hello chiocciola angelozinna punto com.

Questo è il suo sito e anche questo è il suo sito.